Granella di zucchero fatta in casa

Benvenuto sul mio blog

Granella di zucchero fatta in casa
Tante volte mi è capitato di non averla e così ho cercato su internet e ho trovato la soluzione,farla in casa.

Granella di zucchero fatta in casa

Seguimi su FACEBOOK

Ingredienti

50 g di zucchero
4 g di acqua

Il procedimento è molto semplice,
mescolare lo zucchero e l’acqua,
mettere un po’ dell’impasto su una schiumarola
e con un cucchiaio schiacciare l’impasto dentro i buchi,
e farlo cadere su una teglia ricoperta da carta forno.

Far asciugare a temperatura ambiente per 3 o 4 ore,
o in forno a 40° per 30 minuti.

La ricetta l’ho trovata qui.

Curiosità sullo zucchero

Mani splendide con olio e zucchero:
Mescolate un cucchiaio di olio e un pizzico di zucchero,sfregate per bene e poi risciacquate.
E’ un rimedio per restituire candore alle mani,e per curare le mani arrossate.

Un po’ di zucchero leva l’acidità del pomodoro nella salsa,
e nei sott’aceti fatti in casa.

Fare lo zucchero vanigliato in casa:
500 g di zucchero semolato, una stecca di vaniglia
Versare lo zucchero in un bararttolo di vetro,immergervi la stecca di vaniglia e lasciare riposare in un luogo buio e fresco per qualche giorno mescolando ogni tanto.
Usare lo zucchero lasciando la stecca di vaniglia dentro al barattolo.

Mettendo un cucchiaio di zucchero nell’acqua dove laverete i calzini e collant questi diventeranno più resistenti.

Il caramello non è altro che zucchero fuso,che si forma per processi di combustione irreversibili quando viene raggiunta una certa temperatura.Ad una temperatura di 160° si ottiene il caramello bianco,ad una temperatura di 170° si ottiene il caramello scuro.
Se aumentiamo ancora di più abbiamo quello che potremmo chiamare il caramello nero,che di fatto è lo zucchero bruciato,è amaro ed immangiabile.

Granella di zucchero fatta in casa

Granella di zucchero fatta in casa

Grazie :)

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.