Focaccia di semola di grano duro rimacinata allo stracchino

So che la stagione del forno acceso è terminata ma penso di aver trovato la ricetta il metodo per la focaccia al formaggio casalinga perfetta. Cosa c’è di più bello che mangiarsi un pezzo di focaccia all’aria aperta, a bordo piscina, in spiaggia o in montagna? Se poi è fatta con le nostre manine è ancora più buona, quindi lo sforzo di tenere il forno acceso vale veramente la pena. 
Per ottenere questa ricetta, ho letto molti blog, osservato Instagram Stories e tutorial video. Ho preso trucchi da tutti e mettendoli insieme Ho creato il mio metodo perfetto. Armatevi di buona volontà ma non spaventatevi non sarà difficile ci vorrà solo un po’ di pazienza ma il gusto di queste focacce vi ripagherà la grande. 

Ingredienti per 3 focacce da 24 cm di diametro:

Per la farcia

  • 300 g di stracchino, meglio se di quello cremoso
  • 150 ml di olio evo
  • 150 ml di acqua
  • Sale fino q.b.
  • olio per le teglie q.b.
Normalmente per impastare mi affido al Bimby, ma più di 500 grammi di farina non si riescono a lavorare quindi questa volta per preparare tre focacce da 24 cm, ho utilizzato la planetaria con il gancio apposito a ESSE per lavorare facilmente un chilo di farina.
Nel cestello della planetaria versate circa 100 ml di acqua con lo zucchero e la bustina di lievito di birra, azionate la macchina fino a far sciogliere completamente il lievito sulla velocità più lenta. Lasciate riposare per almeno 15 minuti, coprendo la planetaria con un canovaccio, in questo modo il lievito inizierà la sua fermentazione.
Trascorso questo tempo, unite tutti gli altri ingredienti e metà dell’acqua, azionate la planetaria sulla velocità 1  aggiungendo la restante acqua a filo. Fate questa operazione lentamente, in modo da vedere se l’impasto necessità di più o meno acqua, infatti varia molto a seconda dell’umidità e del potere di assorbimento della farina.
Lavorate l’impasto per circa 3 minuti in modo da tirare fuori il glutine, sarà pronto quando rimarrà attaccato al gancio in un unico agglomerato.

Trasferite l’impasto in una ciotola leggermente unta, avvolgetela bene con pellicola trasparente e lasciate lievitare per due ore.
Vedrete che l’impasto sarà notevolmente aumentato di volume e sarà sofficissimo, dividetelo ora in tre parti.

Ho scelto di utilizzare delle teglie usa e getta perché come dice Bonci, a casa abbiamo dei forni asmatici, quindi con delle teglie sottilissime la cottura sarà ottimale. Oltretutto queste, hanno i bordi leggermente più alti delle teglie che uso normalmente per la pizza, più adatte a raccogliere eventuali liquidi che potrebbero colare sul fondo del forno e creare un fumo parecchio sgradevole.

Per evitare quindi, di far attaccare la focaccia a queste teglie sottilissime, ho ritagliato dei dischi di carta forno dello stesso diametro della teglia, che ho sistemato sul fondo e leggermente unto.
In ogni teglia mettete una palla di impasto è allargata la con le dita fino a riempirla tutta in modo uniforme. Avvolgete ogni teglia con la pellicola trasparente e lasciate lievitare ancora un’ora.

Accendete il forno a 200°, rimuovete la pellicola trasparente dalle teglie e schiacciate leggermente la superficie con le dita dal modo da creare delle fossette nella pasta.
Versate in un barattolo di vetro con tappo a vite l’acqua e l’olio, chiudetelo e scuotetelo forte fino a ottenere un’emulsione uniforme; versate un terzo di questo liquido su ogni focaccia e condite con sale a piacere la superficie di tutte e tre.

Infornate e fate cuocere per 15 minuti, estraete dal forno e cospargete la superficie di ogni focaccia con 100 g di stracchino, dopodiché rimettete in forno per altri 10 minuti.
Sfornate è lasciate intiepidire prima di togliere le focacce dalle teglie.

Questa focaccia al formaggio è ottima subito appena sfornata ancora calda ma grazie alla farina di semola, si conserva bene nella sua fragranza anche per il giorno dopo, quindi potrete prepararla in anticipo per portarla con voi in scampagnate all’aria aperta. 

Con lo stesso metodo potrete anche focacce con pomodorini, olive o semplicemente origano. Ricordate che pomodorini e olive vanno messi subito sull’impasto ancora crudo, mentre il formaggio sempre in un secondo momento per evitare che si bruci troppo.

Altre ricette simili a questa:


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]