Doughnuts al forno

Finalmente ascoltarsi.
Dopo aver perso il contatto con me stessa. Sentirsi. Dopo anni. Sentire che c’è qualcosa che hai dentro. Un fiume in piena. Passioni sopite per troppo tempo. Voglia di fare. Voglia di imparare. Quella curiosità che hai da sempre, che torna, prepotente, a farti osservare le cose con un altro occhio. Quello della bambina. La stessa bambina di quelle vecchie foto che ogni tanto mi piace rivedere. Vedere la stessa luce che avevo in quegli occhi.
Farsi mille domande, Farle mille domande. E aspettare che le risposte arrivino, una ad una, che si formino seguendo l’onda dei ricci, sempre un po’ arruffati, nei quali sono intrappolate.
Tornare a galla. Sentirsi come Alice, in un viaggio al contrario nel paese delle meraviglie. Sapere che quel paese è lì fuori, non in fondo a un tunnel.
Venire allo scoperto. E rispolverare quello che ero. E rimetterlo in gioco.
Avere mille progetti e volerli realizzare, libera, finalmente, dalle costrizioni che ti sei imposta.. o ti sei fatta imporre.

Sentire un fermento nell’anima. Vuole viaggiare lontano, lei. Non vuole fermarsi. Ormai ha preso il volo. Venire giù è difficile.
Cresce, prende forma, si attorciglia in un abbraccio, si veste di lilla e di rosa. E si puntella di codette colorate.

INGREDIENTI per circa 12 doughnuts (ricetta tratta e leggermente modificata da American Bakery di Laurel Evans)
450 g farina manitoba
240 ml latte tiepido
10 g lievito di birra fresco
60 g burro a temperatura ambiente
3 tuorli
2 cucchiai di zucchero
1/2 bacca di vaniglia

Nella ciotola della planetaria, con la frusta, sciogliere il lievito nel latte tiepido e unire lo zucchero. Cambiare il gancio e inserire quello a uncino. Unire la farina e impastare finché non si sarà creato un panetto liscio e omogeneo. Unire i semi della bacca di vaniglia. Appena saranno distribuiti omogeneamente, unire, un cucchiaio alla volta, i tuorli leggermente sbattuti, facendo assorbire tutta la quantità, prima di aggiungere quella successiva. Terminato con i tuorli, aggiungere, poco alla volta, il burro, aspettando sempre che si assorba tutta la quantità prima di aggiungere quella successiva. Portare a incordatura. Togliere dalla ciotola dell’impastatrice, formare una palla, metterla in una ciotola capiente e farla lievitare fino al raddoppio (io ho aspettato due ore).
Terminata la lievitazione, riprendere il panetto, stenderlo in una sfoglia di 30 cm di diametro e 1.5 cm di spessore. Ritagliare con un coppapasta di 8 cm dei cerchi e fare il buco al centro con un coppapasta di 3 cm. Disporre su una teglia ricoperta di carta da forno e far lievitare ancora per 40 minuti (dovranno nuovamente raddoppiare). Intanto scaldare il forno a 200°C. Appena saranno lievitati, abbassare la temperatura a 175° C e infornare per 25-30 minuti (dovranno dorarsi in superficie).
Sfornare e far raffreddare.

Per la glassa colorata
180 g zucchero a velo
20 g burro
2-3 cucchiai di acqua calda
coloranti in gel

codette di zucchero

Fondere il burro in un pentolino a fiamma bassa. Appena sarà fuso, versare nella ciotola della planetaria e mescolare con lo zucchero a velo aggiungendo acqua calda quanto basta per ottenere una glassa densa e cremosa. Unire i coloranti che preferite (io ho diviso la glassa in due ciotole, in una ho aggiunto il rosso e nell’altra il viola).
Rivestire con la glassa le ciambelline e spargervi su le codette di zucchero. Far asciugare e servire.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]