Cracovia e il dolce piernik versione vegan

Amo viaggiare in aereo.

Mi piace tutto, il decollo, l’atterraggio, il fluttuare sopra le nuvole, il sole che acceca, le montagne, sono meravigliose le montagne viste dall’alto, meravigliose! Qualche giorno fa ho fatto una brevissima vacanza a Cracovia, una intensa  e piacevole vacanza. Ho volato con una compagnia low cost e alloggiato in un hotel deliziosamente romantico. Ho visitato la Basilica di S. Maria, rimanendo estasiata dalla complessità e dalla infinità di opere d’arte in essa contenute. Ho ammirato ogni galleria delle miniere di sale di Wieliczka, vincendo la mia fobia dei luoghi chiusi sono scesa nelle profondità della terra per oltre 135 metri. Mi sono riposata e divertita, ho camminato a lungo, mi sono rilassata, è stato tutto molto bello e rigenerante! Cracovia è una città meta di turisti e  studenti. Ti lascio qualche informazione, sulla base della mia piccola esperienza :) Non aspettarti puntualità svizzera sull’orario degli autobus, procura di avere monetine perché la macchina che eroga biglietti, presente su ogni autobus, non funziona con soldi di carta. Non cambiare al primo cambiavalute che trovi, a distanza di qualche metro puoi trovare differenze notevoli. Si chiamano Kantor e qui è dove ho trovato il cambio più favorevole. Se decidi di fare il tour con le guide che trovi ad ogni angolo, contratta, quasi sempre puoi spuntare un prezzo migliore. Io non ho fatto tour, il suggerimento viene da  Barbara, cittadina polacca e guida da tantissimi anni, una signora energica, disponibile e simpaticissima, incontrata alla fermata dell’autobus  fuori dall’aereoporto. Ovviamente, non potevo non venire affascinata dal cibo, anzi, più che dal cibo vero e proprio (che non posso certo dire di avere sperimentato,  visto che ho mangiato in una paninoteca vegan

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.