Chicche di batata con salsiccia e piselli

Chicche di batata. No, non abbiamo sbagliato. Si chiama proprio batata, non patata e da noi è conosciuta anche come “patata dolce” o “patata americana”.
E’ un tipo di patata originaria del Sud America ed è un ortaggio eccezionale: il suo gusto è un po’ dolce, ma neanche tanto, assomiglia un po’ alla zucca. 
Ne abbiamo fatto degli gnocchetti (chicche) di un delizioso colore arancione e li abbiamo messi in un piatto unico con la salsiccia, per contrastarne il sapore dolciastro, e i piselli, perché è stagione e per una questione di colore (lo confessiamo!). 

La batata è diversa dalle patate comuni, tanto che appartengono a due famiglie distinte. E’ davvero un alimento eccezionale: è ricco di vitamine e minerali e pare che il suo consumo contribuisca alla riduzione di colesterolo e glicemia nel sangue. Noi non siamo medici né nutrizioniste, quindi non ci dilungheremo, ma se cercate in rete troverete tante notizie interessanti su questo strepitoso alimento.

Anche in Italia viene coltivata la patata dolce, specialmente in Puglia e nel Lazio, quindi non è difficile da trovare. Si può mangiare esattamente come le patate normali (arrosto, al forno, al vapore, fritta) ma a differenza di queste ultime la batata si può mangiare anche cruda e con tutta la buccia!



Ingredienti per 6 persone 
  • 450 g di batata 
  • 200 g di farina 
  • 1 cipolla rossa 
  • 250 g di piselli sgusciati 
  • 300 g di salsiccia di maiale
  • 150 g di mozzarella affumicata (facoltativa) 
  • olio e.v.o., sale, pepe e timo limone q.b. 
Difficoltà: media – Tempo: 1 ora

Per prima cosa bollite la batata: noi l’abbiamo sbucciata, poi tagliata a pezzi e cotta nel microonde: 5 minuti a 800 W ed era cotta. Se la cuocete a vapore basteranno comunque 15 minuti. 
Abbiamo poi passato la batata sotto l’acqua corrente un momento, giusto per farla intiepidire, quindi l’abbiamo passata con lo schiacciapatate. 
In una insalatiera abbiamo poi messo la batata schiacciata, la farina, un pizzico di sale e abbiamo impastato. La pasta va fatta riposare 10 minuti in frigorifero. 

Mettete una pentola colma d’acqua sul fuoco e lasciate che arrivi a ebollizione. 
Tagliate la mozzarella a piccoli pezzi. 
Affettate la cipolla e si fa rosolare a fuoco vivo in una padella con 6 cucchiai di olio di oliva. Si aggiungono poi i piselli e la salsiccia sminuzzata e si fa cuocere, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua se il ragù risulta troppo asciutto. Fare cuocere per circa 15 minuti o comunque fin quando i piselli saranno cotti. Noi non abbiamo salato il sugo perché la salsiccia ha dato sufficiente sapidità.

Prendete la pasta degli gnocchetti, prelevatene una pallina e aiutandovi con un po’ di farina stendete un cilindretto che poi andrete a tagliare in tante piccole “noccioline”. 

Quando l’acqua bolle, salate (7 g di sale grosso ogni litro di acqua), calate le “chicche”. Appena l’acqua riprende a bollire e gli gnocchetti emergono in superficie, raccoglieteli con una schiumarola e trasferiteli nella padella con il sugo. Riaccendete il fuoco e scaldate tutti gli ingredienti insieme, facendoli saltare per amalgamarli.


In ultimo unite la mozzarella affumicata tagliata a pezzettini (ma questa è opzionale: potete anche unire una buona manciata di parmigiano o pecorino grattugiato), una generosa manciata di pepe e qualche foglia di timo limone. Se non avete il timo limone, potete grattugiare un po’ di buccia di limone direttamente sul piatto: darà un profumo e un sapore fresco incredibile.
Un’ultimo salto in padella, et voilà, pronti per impiattare: buon appetito! 


Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.