Baccalà fritto in pastella

Il baccalà fritto in pastella è un secondo piatto a base di pesce gustoso e semplicissimo da preparare. È sicuramente il piatto ideale da servire principalmente nei giorni di festa, ma anche nel resto dell’anno si può consumare tranquillamente. È preparato in tutta Italia e, come ogni ricetta, in ogni parte è preparato secondo le proprie tradizioni.

Nonostante sia molto diverso da quello fritto, anche il baccalà fritto in pastella è una vera delizia e di sicuro una volta provato non potrete più farne a meno! Curiosi di scoprire come preparare la mia nuova bontà? Seguitemi!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    Per 4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 600 g Baccalà (ammollato)
  • 100 g Farina
  • 150 ml Birra
  • 1 Albume
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio di semi di girasole (per friggere)

Preparazione

  1. Lavate il baccalà sotto l’acqua corrente in modo da eliminare gli eventuali residui di sale. Eliminate le lische, se presenti, e la pelle aiutandovi con un coltello affilato. Asciugate perfettamente i pezzi di baccalà con un panno pulito o con della carta da cucina.

  2. Tagliatelo in pezzi né troppo piccoli, né troppo grossi e nel frattempo preparate la pastella. In una ciotola versate la farina e fate la fontana. Al centro versate la birra e iniziate a mescolare bene i due ingredienti con una frusta fino a ottenere un composto omogeneo, senza grumi e non troppo liquido.

  3. Montate a neve ferma l’albume con un pizzico di sale, quindi incorporatelo alla pastella. Scaldate l’olio di semi di girasole in un tegame alto e nel frattempo infarinate leggermente i filetti di baccalà.

  4. Eliminate la farina in eccesso e, non appena l’olio avrà raggiunto la corretta temperatura, tuffate il pesce nella pastella e subito dopo nell’olio caldo. Lasciate friggere il pesce fino a che la pastella non si sarà gonfiata e avrà assunto un colore dorato su tutti i lati.

  5. Quando il pesce sarà ben dorato, toglietelo dall’olio e ponetelo su un piatto con carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Salatelo e servite il baccalà fritto in pastella in tavola ben caldo.

  6. baccalà fritto in pastella

I consigli di Franci

  • Il baccalà fritto in pastella si conserva per un giorno al massimo in dispensa.
  • Si sconsiglia la congelazione nel caso in cui si sia usato del baccalà precedentemente congelato.
  • Se non vi piace la pastella con la birra, potrete ometterla e usare dell’acqua gasata al suo posto.
  • Non perdetevi la ricetta del BACCALÀ ALLA VICENTINA.

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

L’articolo Baccalà fritto in pastella proviene da Le Mille e una Bontà di Franci.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.