Autunno in tavola al Ristorante Trussardi alla Scala Chef Roberto Conti

nocetta di capriolo con terra d’autunno e cioccolato
Autunno fa rima con cambio di stagione, cambio di abitudini e alterazione del ritmo circadiano, quello che regola le funzioni vitali in base alle ore di luce. In autunno le giornate si accorciano, le temperature si abbassano e ci sentiamo più stanchi, spesso più affamati o comunque alla ricerca di cibi più “cocooning”.
Come sempre, la cura comincia a tavola e con i cibi giusti non solo dal punto di vista nutrizionale, ma anche visivo. Il rosso del melograno, l’arancione di agrumi, cachi e zucca, il giallo delle patate, il verde di broccoli e cavoli, il viola delle barbabietole e il marrone delle castagne, di noci e nocciole e dei funghi. Un arcobaleno insomma di colori e sapori che, grazie alla ricchezza dei micronutrienti, rappresentano un vero toccasana per l’organismo e per l’umore.
Sono queste le mille sfumature che lo chef Roberto Conti ha saputo coniugare tra loro nel menù d’autunno del Ristorante Trussardi alla Scala.

Il rispetto per la materia prima, e per chi la produce, è uno dei principali obbiettivi della cucina dello chef. Oltre alla quasi maniacale ricerca dei sapori e delle consistenze che rendono alcuni dei suoi piatti delle vere e proprie esperienze gustative che restano piacevolmente impresse nella memoria. Sarà che l’autunno è la sua stagione preferita in cucina, ma quella nocetta di capriolo con terra d’autunno e cioccolato è davvero degna di nota. 

cocktail di gamberi rossi di Mazaza

Senza nulla togliere al cocktail di gamberi rossodiMazara crudo e cotto su un cuore di lattuga caramellato, un bel remake di un antipasto d’antan; o la millefoglie di foie gras con uva fragola e Castelnagno, un antipasto con l’aspetto di un dessert, ed i conchiglioni di Gragnano, cotti a puntino, come piace a me, con spuma di zuppa di pesce, scampi e burrata freschissima con quella spugna di pane al nero di seppia che completa il piatto. 
conchiglioni di Gragnano zuppa di pesce e scampo

Un brivido di piacere per le papille quell’anguilla al teriyaki con crema di zucca di Okkaido, wasabi e alghe semplicemente perfetta. L’aunno fa capolino anche nei dolci con il castagnaccio rosmarino e zucca, in cui il dolce tradizionale si sposa con la zucca, il crumble al cacao, polvere d’olio extravergine e un rinfrescante gelato al rosmarino.

anguilla teriyaki e zucca

catsagnaccio rosmarino e zucca 

Ogni volta migliore la cucina di Roberto Conti e della sua brigata, la passione e la competenza si rispecchiano nei piatti come il sorriso dello chef quando li descrive: cerco l’eccellenza delle materie prime, proprio come una casa di moda come Trussardi la cerca nei tessuti. 
Interessante la possibilità di creare due menu degustazione scegliendo a piacere dalla carta quattro e cinque portate o un menù “a mano libera” con 10 portate preparate dallo chef nel rispetto della stagionalità dei prodotti.

Questo salotto del gusto, affacciato su una delle più belle piazze d’Italia, perfetto in ogni elemento, magistralmente coordinata da Luca Cinacchi che, anche prima della notorietà televisiva: è il maitre nella trasmissione televisiva Hell’s Kitchen, è uno dei migliori maitre di sala italiani insieme al bravo sommelier Vincent Lopresto, migliora ogni volta. 
Trussardi alla Scala Il Ristorante
Piazza della Scala, 5 – Milano
Altri momenti di questa e altre esperienze le puoi vedere seguendomi qui

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.