FOOD BLOGGER: Feder Camp

Gli ultimi post di Feder Camp

Food Story // Dove e cosa mangiare a Copenhagen

Come già scritto nel mio racconto su Copenhagen, quando ho deciso di visitare la città, le cose che mi risuonavano in testa erano principalmente due, una delle quali il Noma, che, per gli occhi di un cuoco, è un po’ come il sacro tempio di K’un-L’un per il personaggio Marvel di Iron Fist (anche se Continua a leggere..

Continua a leggere..

6 cose utili da sapere prima di visitare Copenhagen

Prima di intraprendere un viaggio verso la capitale danese, credo sia utile conoscere alcuni punti fondamentali per non essere colti alla sprovvista ed iniziare a conoscere il Paese in cui si sta per andare. Come si scrive Copenhagen  Se dico Londra e London oppure Parigi e Paris è facile capire quale nome sia scritto in Continua a leggere..

Continua a leggere..

Roma andata e ritorno

Sono scattate adesso le due del mattino. Ieri notte ci siamo tutti sincronizzati per mettere l’orologio avanti di un’ora e sottrarci sessanta minuti di meritato sonno. Tra poco viaggerò in un tunnel spazio temporale che mi porterà nel futuro di un’ora.#oralegale — FedericoCampolattano (@federcampo) 26 marzo 2017 Ho mal di gola, raffreddore e fatico a Continua a leggere..

Continua a leggere..

Guida al rientro dalle vacanze

Che mazzata il rientro dalle ferie!  Dovrebbe essere annoverato tra le patologie che danno diritto a giorni di malattia o cose del genere. Rimettersi in carreggiata, riprendere la routine temporale di ogni giorni è scomodo e ci mettiamo un po’ per riabituarci a quei ritmi. Eppure il fare quella determinata cosa ogni giorno ci da Continua a leggere..

Continua a leggere..

Diario di viaggio // Copenahgen, il mio racconto

Le prime tre cose che mi sono venute in mente comprando il biglietto aereo: il Noma, la sirenetta e ancora il Noma. Premessa:Ciò che voglio raccontare qui, oggi, sono i sentimenti della scoperta di un nuovo luogo, le sensazioni provate nel guardare un’opera o nel sentire un profumo. A questo post seguiranno alcuni approfondimenti che Continua a leggere..

Continua a leggere..

Pieno e vuoto

Il vantaggio di non essere un “blogger” seriale è che non sono obbligato a dover postare qualcosa quando non ne avverto la necessità. Stessa cosa per youtube o altri social che utilizzo. È passato Natale. È arrivato l’anno nuovo, sono sceso in Italia per il mio compleanno, ho rivisto la famiglia, gli amici, Eris, il Continua a leggere..

Continua a leggere..

Il Natale che arriva piano piano

Questa settimana, tra i vari impegni che mi hanno otturato l’agenda, scrivere sul blog non era proprio in programma. Poi succede che un imprevisto fa saltare un appuntamento, allora accendi Spotify, metti mano a Michael Bublè con il suo album di Natale e ti viene voglia di scrivere. In questo penultimo giorno di Novembre sto Continua a leggere..

Continua a leggere..

Nord Sud Ovest Est

L’altra sera sono stato veggente: Quelle notti che guardi il #cielo e…ma mò quasi quasi due #spaghetti al sugo

Continua a leggere..

Lunedì 14 novembre 2016

Quando ero piccolo, i giorni in cui con la mia famiglia andavo in pizzeria, mi posizionavo nell’angolo del bancone da lavoro del pizzaiolo, incantato da quella farina che volava come polvere di fata e dalla magia di come un panetto di pizza così piccolo riuscisse ad allargarsi senza strapparsi. Non so perchè alla fine non Continua a leggere..

Continua a leggere..

Mr. 45

#BarackObama mi mancherà#ExitPool — FedericoCampolattano (@federcampo) 8 novembre 2016 Lo ammetto, ieri sera sono andato a dormire pieno di quella convinzione che un po’ tutti al mondo avevamo: l’indomani avremmo fatto colazione con Hillary Clinton presidente degli Stati Uniti d’America. I sondaggi la davano per favorita – anche se con pochissimi punti di scarto – Continua a leggere..

Continua a leggere..